Lavori


REFLECTED TOKYO

In esposizione a:

Circolo degli Artisti, Roma, 2014

Festival dell’Oriente, Roma, 2016

Pubblicato su:

Emotion Magazine, 2019

Tokyo può essere definita in molti modi: tentacolare, caotica, affollata… Può essere vissuta in molti modi: velocemente, con paura o con speranza. Tokyo ci regala la possibilità di vivere la città, esattamente come lo desideriamo. Con questo progetto invece ho voluto cercare una Tokyo diversa, celata alla mente ma non allo sguardo. Una città dall’esistenza parallela ma che non esiste in realtà. Un luogo virtuale che si affaccia ad ogni angolo della nostra vita. Una città riflessa. Riflessa in pareti e strade, in oggetti e vetrine, che apre la mente a una nuova visione di luoghi conosciuti, ora distorti, con nuove prospettive. Benvenuti in una nuova città, che è Tokyo ma che al tempo stesso non lo è. Che non è reale, o che forse lo è.

APRI: Reflected Tokyo


COSPLAY@COMIKET

In esposizione a:

Comicon, Napoli, 2015

In Giappone esiste un evento che è il traguardo di ogni cosplayer. Si parte con una preparazione minuziosa e una cura estrema per i particolari. Si prende posizione nell’area dedicata ai cosplayer e si comincia. Il Comiket è dove si scatena l’interpretazione e si va in scena davanti a centinaia di obiettivi fotografici. I cosplayer giapponesi non si limitano ad assomigliare ai propri personaggi, bensì si impegnano a entrarne nello spirito sia dal punto di vista estetico che nella personalità. Timide studentesse diventano personaggi decisi e trasgressivi. Ragazzi seri e posati deragliano in eccessi fatti di comicità e di disimpegno. Il Comiket non è una gara per il cosplay più bello, ma un’arena dove per pochi minuti si acquisisce la stessa fama del proprio personaggio e la si usa davanti al pubblico più esigente del mondo. Cosplay@Comiket è un lavoro nato dalla selezione dei migliori ritratti eseguiti in cinque edizioni del Comiket che si tiene a Tokyo. Centinaia di cosplayer, circondati da centinaia di fotografi e spettatori. Una raccolta di ritratti fantastici a quelli che sono da considerare degli attori, truccatori e costumisti allo stesso tempo. Il Comiket è per me un viaggio attraverso l’anima più sognatrice del Giappone.

APRI: Cosplay@Comiket


TOKYO MONOCHROME

In esposizione a:

Japan Fest, Catania, 2014

Tokyo è una città che custodisce nel suo passato capolavori fotografici realizzati da grandi maestri come Daido Moriyama e Nobuyoshi Araki. Testimonianze fotografiche in cui emerge tutta la potenza visiva degli ultimi anni del boom economico giapponese, fatta di trasformazioni ed eccessi decadenti. Quegli istanti fissati su pellicola monocromatica trasmettono un senso di dispersione che mi cattura e che credo rimarranno la migliore rappresentazione di sempre dell’anima della città. Affascinato da questa visione, ho voluto reinterpretare la Tokyo moderna con la stessa chiave di lettura e gli stessi strumenti per far emergere, ove vi fosse ancora, quell’atmosfera.

APRI: Tokyo Monochrome


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è super_yosakoi_simone_ladisa-1024x683.jpg

SUPER YOSAKOI

Pubblicato su:

Erodoto 108, 2018

Giroinfoto Magazine, 2018

Emotions Magazine, 2018

The Trip Magazine, 2018

Ogni anno, alla fine di Agosto, una grande manifestazione accende le strade del quartiere di Harajuku. Nel pieno centro di Tokyo, accanto ad Omotesando, si tiene il festival “Super Yosakoi”. Lo Yosakoi è una danza di gruppo caratterizzata da uno stile tradizionale, combinato a musica e ritmi moderni. Il Super Yosakoi è una esibizione che vede partecipare gruppi provenienti da tutto il Giappone. Le performance si susseguono senza pause per due giorni, a rotazione su vari palchi. Ho seguito questa manifestazione fin dall’edizione del 2009, e mi ha sempre affascinato ed emozionato. La passione con cui i ballerini partecipano è grandissima. Esibizioni piene di energia, con coreografie che mescolano in maniera perfetta una moderna dinamicità, assieme ad un’atmosfera tradizionale. I colori dei vestiti si muovono sul palco come onde variopinte e coordinate da un’invisibile regia. La musica carica i ballerini, richiama il cuore del pubblico, e fonde tutti partecipanti in un flusso ritmico che sincronizza anche i respiri.

 

APRI: Super Yosakoi


IN THE BOX

In esposizione a :

Biblioteca Marconi, Roma, 2015

Nell’area metropolitana di Tokyo vivono 37 milioni di persone. È l’area più popolosa del mondo. Gli spazi sono ridotti, frazionati, razionalizzati. Capita così che il posto di lavoro, la propria abitazione o i luoghi di divertimento diventino delle aree circoscritte e chiuse in confini calcolati al centimetro. Il lavoro si svolge in un piccolo box, il relax è confinato in un piccolo box, il divertimento è rinchiuso in un piccolo box. 37 milioni di persone abituate a vivere in un box.

APRI: In The Box


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è urbe_simone_ladisa-1024x683.jpeg

URBE

In esposizione a:

Biblioteca Nardi, Roma, 2015

Roma è la metropoli più antica della storia dell’umanità. Una vecchia signora di 3000 anni che conserva ancora tutte le sue bellezze e che si mostra al mondo raccontando tutte le sue storie in visioni di monumentale magnificenza. Roma è una città difficile ma che non nasconde niente. Ogni sua grazia è nuda di fronte agli obiettivi fotografici. Ogni suo monumento è lì disponibile a tutti, per ricordare i fasti e le glorie della sua lunga vita. Roma concupisce l’occhio con la sua ingordigia di attenzioni e lo estasia con la sua bellezza. Ecco cos’è per me questa città. Roma è un’amante, che esige passione ma elargisce splendore. Questo lavoro è il mio tributo all’immortalità di questa città.

 

OPEN: URBE


SPIDERWEBS

Pubblicato su:

Autofocus 2018

Dimenticate dagli sguardi esistono delle ragnatele che imbrigliano la città di Roma. Scuri fili sospesi sopra di noi disegnano forme e frazionano il cielo. Appaiono solo quando si leva in alto lo sguardo e ci si rende conto di essere come dentro la tela di un ragno. Geometrie preziose che rifuggono la nostra attenzione. Scoprire queste ragnatele moderne è il modo per individuare le barriere della città per non restarne invischiati. La città stessa è il grande aracnide che ci intrappola nelle sue strade.

APRI: Spiderwebs

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è IMG_2420-300x300.jpg

MONSTERS

Pubblicato su:

Autofocus 2018

Nato da un’antica tradizione greca, il “mascherone” ha avuto sempre la funzione di esorcizzare gli edifici, fino a diventare un elemento decorativo. Teste di mostri e gorgoni esposte a simboleggiare l’intervento di un eroe che le aveva mozzate e messe in vista. Volti sofferenti e mostri animaleschi che ci guardano dall’alto mentre camminiamo lungo la strada. Un’antica galleria di mostri che si nasconde abilmente tra i dettagli dei palazzi di Roma. Monsters è la ricerca di questi elaborati elementi architettonici che rivelano un volto esoterico e superstizioso.

APRI: Monsters